A Cortina riapre Lagazuoi, prima funivia dell’arco alpino

(ANSA) – CORTINA (BELLUNO), 29 MAG – E’ la funivia che
sale dal passo Falzarego al Lagazuoi, con l’omonimo rifugio, a
2.750 metri di quota, il primo impianto ad aprire non soltanto
sulle Dolomiti ma nell’intero arco alpino italiano, dopo
l’emergenza Covid. Le corse ripartiranno domani, regalando al
territorio di Cortina d’Ampezzo lo ‘start’ della ripresa del
turismo in alta quota, fermo dal 10 marzo scorso.
    “A marzo eravamo lanciati in una stagione invernale
strepitosa, quando siamo stati bloccati di colpo – spiega il
sindaco Gianpietro Ghedina – E’ stato un pit stop, che abbiamo
sfruttato per prepararci a ripartire. Cortina è stata l’ultima a
chiudere, anche perché allora le informazioni sul contagio non
erano state chiare”. “Oggi siamo i primi a ripartire, con un
segnale forte della nostra voglia di lavorare – aggiunge -. Da
questa esperienza Cortina non esce con le ossa rotte, ma
fortificata: c’è un grande interesse, c’è ovunque molta voglia
di Cortina. Conto su un ‘effetto rimbalzo’: assisteremo ad una
forte ripresa, negli anni 2021 e 2022, quando ci sarà tanta
voglia di viaggiare, dopo questo blocco. C’è voglia di montagna:
per questo abbiamo una carta in più”.
    “Per questa stagione prevedo che non ci sarà un calo di
presenza – conclude Ghedina -. A Cortina ci sono 25mila posti
letto nelle seconde case; 4.000 negli alberghi. Stiamo
assistendo al fenomeno per cui i proprietari di appartamenti e
ville hanno deciso che verranno di più a Cortina, nelle loro
case, e per periodi più lunghi”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte