Abbiamo un elefante in casa … di Sergio Pizzolante

Guardo alle questioni della giustizia, della magistratura, del Csm e vedo un enorme elefante imbizzarrito che si agita in casa degli italiani, mentre gli italiani stessi si occupano d’altro, del ddl Zan, del Green Pass, delle mascherine.
Gli italiani tutti e in primis i capi dei partiti, i membri del Parlamento, i direttori dei giornali, i conduttori televisivi.
Nessuno vede l’elefante, nessuno se ne occupa. Questo sta distruggendo tutto, i mobili, gli infissi, i balconi, i pilastri, le fondamenta, della casa comune degli italiani, la Costituzione democratica, ma nessuno se ne occupa.
Faccio degli esempi.
L’Avvocatura dello Stato chiede( censura!) il ritiro del libro di Palamara, che ha svelato come funziona il Sistema delle correnti della Magistratura. Di come si costruiscono le Procure secondo logiche politiche e di potere( un potere che prevale su ogni altro potere) e non di Giustizia. Boom? Prime pagine, piazze, trasmissioni? Niente!
Non succede niente, andiamo avanti con Zan!
Il capo della procura generale della Cassazione, Giovanni Salvi, sostanzialmente il numero uno della magistratura italiana, rimuove il procuratore Storari dalla Procura di Milano e da tutte le procure d’Italia. Che ha fatto Storari? Ha interrogato per mesi l’avvocato Amara, che altri magistrati( della stessa Procura di Milano)consideravano attendibile e meritevole di premi giudiziari quando accusava i vertici dell’Eni e Palamara, il quale( Amara) dice di far parte di una Loggia( Ungheria) , “una associazione a delinquere”, dirà poi, fatta da magistrati, professionisti, politici, dedita a influenzare sentenze e promuovere carriere di magistrati. Dopo averlo interrogato, dopo aver visto( dice Storari ) che il capo della Procura, Greco, non procedeva, da le carte a Davigo, il quale le da a mezzo mondo, dentro il Csm e fuori, Salvi compreso. Che succede? Niente! Non si indaga sulla Loggia, “associazione a delinquere”, si caccia Storari dalle procure d’Italia.
Boom? No niente!
Le piazze si riuniscono per chiedere libertà dal vaccino e dal Green Pass. Le trasmissioni televisive ci dedicano mezza giornata al giorno. Libertà! Libertà!
Il Capo dello Stato, dico, il Capo dello Stato, blocca il Csm( fatto dalle correnti della magistratura che si oppongono alla legge Cartabia e da sottocorrenti dei partiti politici asservite alle correnti), che era stato convocato per esprimersi sulla Prescrizione della Cartabia! Per bocciarla! Capito?
Boom? Niente. Notiziola a margine.
Adesso 56 magistrati, della Procura di Milano, si schierano con Storari, chiaramente, al di là dell’uso burocratico delle parole, contro il capo della Procura, Greco, e il capo della Magistratura, Salvi.
Boom? Niente. Il giornalista del Corriere scrive un articolo nelle pagine interne del giornale, preoccupandosi solo di disinformare: no, no, non è contro Greco e Salvi, sostiene.
E le fanciulle che conducono i Talk show televisivi, non vedono e non sentono.
L’elefante gira, si agita, calpesta tutto e tutti, ma tutti fanno finta di niente.
Libertà! Libertà!
Dalle mascherine.
Sergio Pizzolante

Lascia un commento