Coronavirus: 10 casi tra monaci a Monte Athos

(ANSA) – ROMA, 22 SET – Almeno dieci monaci residenti a Monte
Athos, la ‘repubblica teocratica’ ortodossa situata nel nord
della Grecia, sono risultati positivi al coronavirus, e nella
zona – dove le donne non possono entrare, e che risponde al
Patriarcato ecumenico di Istanbul – sono scattate misure per
evitare il diffondersi del contagio. Lo riferisce Huffpost.gr.
    Una circolare, emessa dopo un incontro delle autorità
ecclesiastiche della zona, chiede a tutti i monasteri di non
accogliere più di dieci visitatori, mentre sarà vietato recarsi
in un monastero diverso da quello per il quale si è ottenuto il
permesso d’ingresso – che viene rilasciato a Ouranoupoli, in
Grecia.
    I casi sono emersi nel monastero di Agios Pavlos, e in quello
di Chilandari (gli occupanti di entrambi sono in quarantena)i,
mentre a Lakoskiti c’è un caso sospetto. In zona c’è un’unità
sanitaria greca e un monaco di Agios Pavlos è già stato
ricoverato a Salonicco. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte