Coronavirus: Belgio, frontiere chiuse a 15 Paesi extra Ue

    Il Belgio ha deciso di non riaprire i suoi confini ai viaggiatori di 15 Paesi terzi raccomandati dall’Ue, citando motivi di salute e reciprocità. Lo scrivono i media locali precisando che il paese è comunque accessibile ai visitatori di altri paesi dell’Ue e dell’area Schengen.
    Nelle scorse settimane i paesi Ue hanno concordato un elenco, di 15 paesi terzi i cui cittadini potranno essere autorizzati a entrare nell’Unione dal primo luglio. I viaggi “non essenziali” verso l’Ue sono stati vietati a metà marzo per combattere la diffusione della pandemia di coronavirus. L’elenco dei paesi autorizzati è comunque soggetto a una raccomandazione non vincolante, con ciascuno Stato che mantiene il controllo dei propri confini.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte