Crisi: chiusi a Rimini 101 negozi abbigliamento in trimestre

(ANSA) – RIMINI, 13 LUG – Sono 101 i negozi di abbigliamento
che hanno chiuso nella provincia di Rimini nel primo trimestre
dell’anno secondo i dati di Confcommercio, e il numero è
cresciuto soprattutto con il coronavirus. “Sono dati che fanno
raggelare i polsi – ha detto il presidente di
Federmoda-Confcommercio Rimini, Giammaria Zanzini, – A Rimini ha
praticamente chiuso un negozio al giorno”. Ora si attendono i
dati del secondo trimestre, “che si prefigurano più
agghiaccianti”.
    In base a uno studio dell’associazione, a livello nazionale
è a rischio chiusura un negozio ogni tre, e a Rimini la
situazione non è migliore visto che in questo periodo si punta
sul turismo per le vendite, ma i flussi in arrivo sono più
scarsi degli altri anni.
    “Dopo la prima settimana dalla fine del lockdown, dove ci
sono stati dati molto incoraggianti, abbiamo avuto una frenata
imbarazzante delle vendite con un crollo nei nostri negozi di
oltre il 70 per cento”, ha aggiunto Zanzini. È un giorno feriale
e fuori dal suo negozio che si trova nel cuore di Marina Centro
sui viali della passeggiata, i turisti si vedono alla
spicciolata. “Basta compare online”, è l’appello del negoziante
che aggiunge: “E non siate allarmati da un’eventuale chiusura
delle attività a settembre o ottobre”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte