F1 torna con il Gp d’Austria, piloti si inginocchiano contro razzismo

Parte la Formula 1 2020 in Austria tra le mascherine di piloti e addetti ai lavori e le tribune dello Spielbereg desolatamente vuote.

LA CRONACA DELLA GARA

A metà del Gran Premio d’Austria la Mercedes di Bottas è sempre al comando della gara. Dietro al finlandese il compagno di squadra e campione del mondo Hamilton. Lontano le Ferrari con Leclerc sesto e Vettel, autore di un testa coda. solo quattordicesimo

Al semaforo verde scatta in testa il pilota finlandese della Mercedes Bottas davanti alla Red Bull di Verstappen. Quinta l’altra Mercedes di Hamilton mentre la prima delle Ferrari è quella di Leclerc settima. Decima la Rossa di Vettel.

Primo colpo di scena nel Gran Premio d’Austria. Dopo solo 11 giri dal via si ferma la corsa della Red Bull di Max Verstappen che era in seconda posizione dietro alla Mercedes di Bottas. Sorride Lewis Hamilton che era in rimonta dalla quinta posizione di partenza e ora si ritrova secondo dietro al compagno di squadra

LA GRIGLIA DI PARTENZA

Come preannunciato dal campione del mondo della Formula 1, Lewis Hamilton, quasi tutti i piloti del Circus si sono inginocchiati sulla griglia di partenza prima del via del Gp in segno di protesta contro il razzismo.

Tra i piloti che hanno deciso di non mettersi in ginocchio ci sono il ferrarista Leclerc e Verstappen che hanno comunque indossato la maglietta nera con la scritta ‘end racism’ indossata da tutti i driver.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte