Galliani: “Complimenti Gravina, ora i tifosi allo stadio”

(ANSA) – ROMA, 15 GIU – “Devo fare i più vivi complimenti a
Gravina, senza di lui e senza la sua determinazione il calcio
italiano non sarebbe ripartito. Magari avremmo fatto la fine
della Francia”. Così Adriano Galliani, ad del Monza neopromosso
in Serie B, a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai.
    “La soluzione dell’anno solare sarebbe stata la migliore, si
poteva fare con i tempi previsti e invece bisogna incrociare le
dita perché i campionati vengano portati a termine. Le coppe
europee avranno un format diverso, la Serie C è stata costretta
a proporre Playoff e Playout in forma ridotta. Si poteva evitare
di comprimere tutto”, ha aggiunto.
    “Mi chiedo perché non si debba poter andare allo stadio, che
è all’aperto, con le distanze previste. Il mondo del calcio deve
provare a riavere il pubblico prima di settembre – ha fatto
notare Galliani -. La Premier League? Non la vedo così autonoma,
perché ogni decisione deve essere approvata dalla Federazione.
    Autonoma forse lo è sul piano formale, non certo nella
sostanza”.
    “Il Monza? L’obiettivo del presidente Berlusconi è di portare
la squadra in Serie A – ha concluso -: non ci nascondiamo. Il
Milan? Ho promesso di non parlare della squadra di cui sono solo
tifoso”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte