Golf: Workday Open; Morikawa vola, Rahm delude

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – Due hole in one, la leadership di
Collin Morikawa e l’inizio deludente di Jon Rahm. Il Workday
Charity Open, torneo del PGA Tour in scena a porte chiuse a
Dublin (Ohio, Usa), è iniziato nel segno dello spettacolo tra
conferme e colpi di scena.
    L’americano Morikawa, grazie a un giro chiuso in 65 (-7), è
volato in testa alla classifica cancellando la delusione per
aver solo sfiorato il record di tagli consecutivi superati da
Tiger Woods (25) – che intanto ha annunciato il rientro in gara
la prossima settimana al Memorial Tournament – all’inizio della
sua carriera, fermando la striscia a 22 con l’eliminazione al
Travelers Championship.
    Il 23enne di Los Angeles dopo il primo round ha un solo colpo di
vantaggio sul canadese Adam Hadwin, secondo con 66 (-6).
    Terzo posto (67, -5) per un altro canadese, Nick Taylor, oltre
che per il giapponese Hideki Matsuyama e gli americani Aaron
Wise e Zach Johnson. Mentre Justin Thomas (numero 5 mondiale) è
7/o (67, -4) come, tra gli altri, Patrick Reed (nono nel
ranking).
    Partenza con il freno a mano tirato per Rahm. Lo spagnolo, che
con un successo salirebbe per la prima volta sul trono mondiale
(scavalcando il “re” Rory McIlroy, assente a Dublin), è 64/o
(par) e distante 7 colpi dalla vetta. Stesso score per gli
statunitensi Rickie Fowler, Jordan Spieth e Matthew Wolff.
    Due buche in uno sul percorso del Muirfield Golf Club (par 72),
realizzate rispettivamente da Keegan Bradley (vincitore da “rookie” del PGA Championship 2011, uno dei 4 Major del golf
maschile) e Jason Kokrak. Il primo, 18/o con 69 (-3), ha
centrato direttamente dal tee la buca 4, par 3 di 209 yards,
utilizzando un “ferro” 6. Mentre la prodezza di Kokrak (111/o
con 74, +2) è arrivata alla “hole” 16 (par 3, 198 yards) con un “ferro” 7.
    E ora il secondo giro del Workday Charity Open – torneo che
mette in palio un montepremi complessivo di 6.200.000 dollari –
è già decisivo. Per le prime eliminazioni in arrivo ma anche per
la leadership mondiale, con Rahm chiamato alla rimonta. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte