Il Mose si alza a Venezia, città libera dalle acque

Con l’applicazione dell’Ordinanza della Capitaneria di porto, che avvia l’interdizione alla navigazione e all’ingresso delle barche, ha preso il via per Venezia ‘l’operazione Mose’. Lo conferma all’ANSA il Provveditore alle opere pubbliche Cinzia Zincone. “Ci siamo – dice – io andrò lì (alla bocca di porto) verso le 9 per seguire da vicino quanto accade”.

“Pur trattandosi di un test funzionale, il più prezioso per l’acquisizione dei dati che servono per la messa a punto del sistema – aggiunge Zincone – è chiaro che questo evento rappresenta un giorno importante per la città, che comunque si ritroverà libera dalle acque alte grazie al Mose per la prima volta”. Zincone aggiunge di “non poter nascondere, in questo senso, una certa emozione, anche se consapevole dello scopo primario di verifica” dell’operazione.
   “La perturbazione prevista sull’Adriatico e su Venezia è in leggero ritardo – dice all’ANSA Alvise Papa, responsabile del Centro previsioni e segnalazioni maree del Comune di Venezia – quindi il picco di contributo meteorologico potrebbe spostarsi oltre il massimo astronomico previsto alle 12, con probabile aggiornamento del livello di massima a 130 centimetri”. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte