La Gismondo affossa Lopalco: “Candidato? Io non l’avrei fatto”

Con la riconferma di Michele Emiliano (Pd) come governatore della Regione Puglia, l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, forte dei 15mila voti ottenuti al termine della consultazione, entrerà a far parte del consiglio regionale. Una scelta, quella di Lopalco, ampiamente discussa nei mesi scorsi ed oggi commentata dal direttore responsabile di Microbiologia Clinica Virologia e Diagnostica dell’ospedale Luigi Sacco di Milano Maria Rita Gismondo, che si è dichiarata in disaccordo con quanto fatto dal ricercatore.

Lopalco ha fatto una scelta che io non avrei fatto. Così come viene vissuta oggi, la politica non mi interessa“, ha dichiarato la dottoressa ai microfoni di “Adnkronos Salute“. “Credo che gli scienziati dovrebbero prestarsi solo a incarichi istituzionali, non candidarsi alle elezioni sfruttando la notorietà guadagnata“. Nessuna intenzione, dunque, di seguire le orme del collega, prossimo a diventare il nuovo assessore alla Sanità della Regione Puglia. Per quanto riguarda le consultazioni che si sono svolte in data 20 e 21 settembre, la Gismondo ha espresso soddisfazione per il fatto che i cittadini abbiano trovato la forza e la volontà di recarsi ai seggi per votare nonostante la presenza del Coronavirus. “Voglio solo esprimere compiacimento, perché la paura di Covid non ha indotto gli italiani a rinunciare al diritto di voto“, ha infatti dichiarato la dottoressa, senza commentare gli esiti del referendum e delle elezioni regionali.

Secondo la Gismondo, il fatto che si siano svolte le votazioni nonotante la presenza del virus, è già una vittoria per i cittadini. Proprio alcuni giorni fa, intervistata da Il Giornale.it, l’esperta dell’ospedale Luigi Sacco di Milano aveva dichiarato che il Sars-Cov-2 è meno aggressivo, grazie anche alla presenza di una mutazione e ad una maggiore preparazione del personale sanitario e dei cittadini. “Quello che possiamo affermare è che siamo tutti più bravi, medici e pazienti. Conosciamo le cure possibili ed i pazienti i primi sintomi“, ha dichiarato la Gismondo. “Non esiste una cura, ma più cure in base al paziente e alla fase della malattia. I clinici utilizzano l’antivirale, l’eparina leggera, gli antinfiammatori, perché questa non è una patologia univoca. Ha diverse manifestazioni, spesso variabili da un paziente all’altro“.

In merito alla circolazione del Covid-19, Pierluigi Lopalco ha dichiarato in queste ultime ore: “La nostra regione sta dando una bella prova. Siamo ancora in una situazione di circolazione virale che possiamo considerare modesta. Insistiamo moltissimo perché tutti i cittadini facciano la propria parte, noi come sanità pubblica stiamo facendo la nostra“. Poi il ringraziamento ai suoi elettori: “Devo ringraziare i miei concittadini pugliesi, per me è una emozione particolare, non mi ero mai sottoposto al vaglio di un voto”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte