L’Aci Rally Italia Talent 2020 riparte da Pergusa

(ANSA) – ROMA, 14 LUG – Il Rally Italia Talent riparte da
Pergusa con la nuova Suzuki Swift Sport Hybrid. Dopo lo stop a
febbraio per l’emergenza Coronavirus, il Grande Fratello dei
motori riaccende i propulsori ed è pronta a completare
l’edizione 2020, naturalmente con tutte le misure di sicurezza e
prevenzione previste dal Protocollo Medico concordato con Aci e
Aci Sport: si tratta infatti di una iniziativa federale, grazie
alla collaborazione del Presidente ACI, Angelo Sticchi Damiani,
del Direttore per lo Sport in ACI, Marco Ferrari e del Direttore
Generale di Aci Sport, Marco Rogano.
    Dal 17 al 19 luglio, all’Autodromo di Pergusa, si svolgerà la
selezione della Regione Sicilia della 7^ edizione di Aci Rally
Italia Talent, edizione record con oltre 10.500 iscritti, mentre
nei due weekend successivi si farà tappa in Puglia (Autodromo
del Levante) e in Piemonte (Circuito di Busca), prima di dar
vita alla Semifinale e alla Finale previste a settembre. Le
ultime fasi avranno come protagonista la nuova Swift Sport
Hybrid gommata Toyo, che è ora l’auto ufficiale in sostituzione
della versione benzina utilizzata per l’edizione 2019 e le prime
6 Selezioni regionali dell’edizione 2020. Swift Sport Hybrid
monta un inedito motore turbobenzina 1.4 BoosterJet K14D da 129
cv abbinato al dispositivo ISG, che fa da alternatore, motorino
d’avviamento e motore elettrico da 13,6 cv. Con una massa in
ordine di marcia di non più di 1.025 kg, Swift Sport Hybrid è la
hot hatch più divertente ed efficiente della categoria, con
rapporti peso/potenza e peso/coppia straordinari e un’agilità
impareggiabile.
    Sotto il patrocinio di ACI e della FIA – Action for Road Safety,
in collaborazione con Generali Italia e AS31 Sportswear che
vestirà lo staff degli Esaminatori, Aci Rally Italia Talent si
adopera per sensibilizzare i concorrenti sul tema della
sicurezza su strada. Tale attività di formazione si rivolge
soprattutto ai più giovani, per i quali il progetto ideato da
Renzo Magnani ha un’attenzione particolare sin dal 2014, anno
della prima edizione.
    Grazie all’iniziativa Rally Italia Talent Ability, quest’anno
la manifestazione ammette poi gratuitamente alle selezioni anche
le persone diversamente abili. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte