L’ATHLETIC POGGIO RIPARTE DA LEONARDO FONTANA

Grinta, serietà, tenacia, voglia di crescere per essere sempre più competitivi in futuro. L’Athletic ha deciso di avviare il suo nuovo ciclo mantenendo al centro del progetto questi elementi. Per rendere forte e credibile una simile idea di società e di squadra, l’organico deve essere composto da atleti in grado di vantare caratteristiche così importanti.

Non a caso tra i primi ad essere riconfermati nella rosa bernese, in vista della prossima annata, c’è Leonardo Fontana: mediano, classe ‘98, profilo che di tali qualità ne ha da vendere.

“Rimanere all’Athletic è una sfida. – racconta Fontana – Il fatto di essere una squadra giovane e rifondata rispetto agli anni scorsi è molto stimolante. Sarà un percorso lungo e difficile ma con il giusto impegno, ed attraverso il lavoro, spero riusciremo a toglierci delle soddisfazioni. Gli stimoli non mancano, sono chiari ed evidenti”.

Da quando indossi i colori del Poggio hai immediatamente stretto un rapporto molto forte con i veterani dello spogliatoio, che ora hanno chiuso il loro ciclo bernese optando per altre esperienze. Alla luce di queste partenze, cosa cambia per te e per la squadra?

“La partenza dei veterani certamente cambierà molto il volto della rosa ed a livello personale rappresenta un duro colpo, dato che ero molto legato a loro. Sono arrivato a Poggio quando ero pronto per disputare la mia seconda stagione in una prima squadra ed ero piccolo sotto tutti i punti di vista: come giocatore, come persona ed in termini di preparazione mentale. Se ora sono cresciuto, diventando un po’ più grande sotto l’aspetto caratteriale e come giocatore, lo devo soprattutto a loro. Infatti mi hanno aiutato davvero tanto, accompagnandomi passo dopo passo in questo percorso di crescita che comunque sarà ancora molto lungo. Mi dispiace perché ci siamo salutati. Auguro loro il meglio e non smetterò mai di ringraziarli per tutto quello che hanno dato al Poggio ed al sottoscritto”.

Cosa ti aspetti dalla prossima annata?

“A livello di squadra mi aspetto una crescita sicuramente graduale, ma che sia pur sempre una crescita. Veniamo da una stagione travagliata. Oltre la maturazione che dovremo raggiungere penso sarà fondamentale mantenere la categoria. Saremo un gruppo giovane e di conseguenza si rivelerà ancor più decisivo lavorare sodo, tutti uniti, per centrare un unico obiettivo. A livello personale mi aspetto di continuare sulla falsa riga della scorsa stagione, durante la quale ho guadagnato continuità di minutaggio e di rendimento sul campo. Voglio migliorare dal punto di vista tecnico, tattico e di personalità per aiutare l’Athletic ed i nuovi compagni a dare il meglio e raggiungere gli obiettivi. Dopo tre anni nei quali ho vissuto sulle spalle dei vecchi, penso sia arrivato il momento di prendermi più responsabilità”.

Parola di Presidente

“Fontana e gli altri giovani che con entusiasmo hanno abbracciato il nuovo progetto del Poggio, sono contraddistinti da fattori diventati ormai rari. – commenta Wilmer Lapenta, Presidente dell’Athletic – Infatti sanno quello che vogliono, sono seri e con pochi fronzoli per la testa. Ovviamente parliamo di giocatori nei quali vediamo qualità già note ed alcune che fanno parte di un loro prezioso potenziale, assolutamente da sviluppare. Nei prossimi giorni comunicheremo anche le altre riconferme, alle quali affiancheremo una quindicina di atleti funzionali al progetto. Tra questi è importante individuare anche qualche profilo d’esperienza. Al Poggio è cominciata una nuova fase, ed il progetto lanciato è realizzabile e credibile. Lo dimostra il fatto che tutti i ragazzi coi quali abbiamo parlato finora, hanno mostrato grande interesse.
Ma io e la dirigenza non abbiamo mai avuto dubbi riguardo alla bontà ed alla fondatezza della nostra proposta”.

Ufficio Stampa
ASD Athletic Poggio