L’odio del Fatto contro Meloni: “Se i partigiani con lo schioppo…”

“Dovrebbero intervenire i partigiani del Cnl con lo schioppo, scrive Alessandro Robecchi sulle colonne de Il Fatto Quotidiano. Nel suo articolo per il giornale di Marco Travaglio, i partigiani del Comitato di liberazione nazionale dovrebbero agire oggi, con tanto di fucile, contro Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Già, proprio così.

L’attacco choc del Fatto contro FdI e Giorgia Meloni – etichettata come “sora Meloni” – va oltre, passando eccessivamente il segno. Perché istigare alla lotta armata in questo modo è tutto fuorché democratico e assomiglia tanto a una sorta di squadrismo mediatico, da condannare senza se e senza ma.

“Non si è mai visto un pesce svuotarsi l’acquario da solo, bisognerebbe aiutarlo come l’altra volta, settantacinque anni fa”, si legge ancora nell’articolo che accusa FdI di fascismo. La diretta interessata non ha fatto finta di niente, rispondendo all’attacco subito: “Non mi stupisce l’ennesimo articolo della stampa di sinistra che tenta come al solito di demonizzare l’avversario con lo spettro del fascismo, ma reputo inaccettabile che un quotidiano nazionale, come il Fatto Quotidiano, pubblichi un articolo che invoca di fatto alla lotta armata contro un partito politico. È o non è questa istigazione all’odio e alla violenza? Vediamo se per questo articolo ripugnante ci saranno parole di condanna chiare!”.

Sul fatto ha posto attenzione, e chiesto chiarezza, uno dei fondatori di FdI, l’ex deputato Guido Crosetto: “Oggi un articolo sul Fatto Quotidiano, parlando di Fdi ed accusandola di fascismo dice: ‘….dovrebbero intervenire i partigiani del CLN con LO SCHIOPPO’. Io mi sono dimesso dalla Camera ma ho fondato FDI con @GiorgiaMeloni. Dobbiamo avere paura? Dobbiamo guardarci le spalle?”.

Il pezzo del Fatto contro FdI è stato demonizzato anche dal Pd, che per bocca di Emanuele Fiano ha espresso solidarietà a Giorgia Meloni per le parola della firma del Fatto: “Oggi quelle parole sono totalmente condannabili, a Giorgia Meloni la nostra solidarietà. La dittatura fascista, per me e per molti altri è stato il male assoluto della nostra storia, e non solo per via delle leggi razziali. Quell’insegnamento mi dice che per essere profondamente democratici bisogna essere contro qualsiasi istigazione alla violenza nella politica anche contro coloro dei quali io non condivido le idee”.

Solidarietà anche da parte di Forza Italia, con due colleghe come Mara Carfagna e Mariastella Gelmini. La vicepresidente della Camera ha twittato: “Solidarietà a Giorgia Meloni. Chi ha la responsabilità di informare gli italiani, chi scrive su un giornale non deve mai istigare alla violenza. Il Fatto Quotidiano dovrebbe porsi dei limiti nel livore con cui esprime il suo dissenso verso alcune parti politiche”. Alle sue parole si sono sommate quelle della compagna di partito: “La libertà di informazione è il sale della democrazia, ma il diritto di critica non può e non deve mai trasformarsi in attacchi personali e istigazione alla violenza. Il Fatto Quotidiano ha clamorosamente sbagliato e Travaglio dovrebbe chiedere scusa. Solidarietà a Giorgia Meloni”.

Infine, la condanna anche di Carlo Calenda: “La considero una cosa indegna e pericolosa. Solidarietà a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia, senza se e senza ma”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte