Mattarella: vigili sul Covid, il futuro ci chiede la ripresa

 “Siamo ancora in pieno tempo Covid ma speriamo di aver lasciato alle spalle la parte piu insidiosa della pandemia” anche se non si deve abbassare la guardia. 

    “Abbiamo di fronte a noi un percorso che speriamo si concluda in fretta, ma dobbiamo approcciarci a “un futuro che che ci interpella su prospettive di ripresa”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella parlando al Pirelli Hangar Bicocca di Milano, per un evento intitolato ‘La Rinascita ai tempi del Covid’.

“Spero che l’attenzione, oggi così centrale nei confronti della medicina e della ricerca, non sia effimera e legata alla pandemia ma che permanga stabilmente in futuro con un lavoro in comune. Tutto ciò impegna alla collaborazione aperta e inclusiva per una prospettiva di salute. La ricerca scientifica non ha confini” per cui un’alleanza per i vaccini “e’ una condizione e una realta’ di particolare importanza”.

“Italia e Germania – ha aggiunto Mattarella – sono due Paesi solidi con molte somiglianze. Ad esempio l’avanzo primario di bilancio. Negli ultimi anni, solo Germania e Italia hanno avuto un avanzo primario costante, e questo va detto rispetto all’uso di categorie arbitrarie, come paesi cultori della frugalita’ o non frugalita’”.

“Certamente – prosegue il presidente della Repubblica – è decisiva la capacita di dare attuazione al green deal e ritrovare una sovranità tecnologica europea. Le tecnologie sono inarrestabili e occorre collocarsi alla testa di questo processo perchè ricerca e formazione sono fondamentali. Germania e Italia hanno un ruolo importante, anche nell’Unione europea”. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte