Oms sconsiglia il Remdesivir, inefficace sui pazienti Covid

 

 

Il farmaco della Gilead è stato lungamente considerato nel mondo come il trattamento potenzialmente efficace

Il farmaco antivirale Remdesivir non è consigliato per i pazienti ricoverati in ospedale con Covid-19, indipendentemente dalla gravità del loro stato, perché non ci sono prove che il farmaco migliori la sopravvivenza o la necessità di ventilazione. Lo afferma in una nota l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms)

Il Remdesivir, farmaco sviluppato dalla Gilead, è stato lungamente considerato in tutto il mondo come il trattamento potenzialmente efficace per le forme di Covid-19 grave ed è sempre più utilizzato per curare i pazienti in ospedale. La raccomandazione dell’Oms si basa sui dati di quattro studi randomizzati internazionali che hanno coinvolto oltre 7.000 pazienti ospedalizzati per Covid.

Dopo aver esaminato attentamente queste prove, il gruppo di esperti dell’Oms, che comprende scienziati di tutto il mondo tra cui quattro pazienti che hanno avuto il Covid, ha concluso che Remdesivir non ha alcun effetto significativo sulla mortalità o su altri aspetti della salute dei pazienti, come la necessità per la ventilazione meccanica o le tempistiche di miglioramento clinico.

Remdesivir, sottolinea in una nota Gilead, ”è il primo e unico farmaco antivirale autorizzato da Ema per il trattamento di Covid-19, attualmente impiegato in oltre 50 Paesi del mondo, tra cui l’Italia”. Inoltre “remdesivir è indicato dall’Istituto superiore di sanità tra le terapie per il trattamento dei pazienti con Covid-19”.

 

huffingtonpost.it

Lascia un commento