“Puzzo?”: la fake news su Salvini. Cosa dice (davvero) nel video

La più classica delle fake news. Una delle tante della propaganda contro il centrodestra e Matteo Salvini. Nelle ultime ore circola online, in special modo sui social network, una notizia che ha come protagonista il segretario della Lega. Nel video incriminato, l’ex titolare del Viminale – in occasione di una diretta Facebook – dice “gentaglia”, riferendosi a quel gruppo di facinorosi che gli ha impedito di incontrare alcune persone a Mondragone.

Ecco, la fake news è stata costruita sulla parola “gentaglia”, ma soprattutto sul fatto che il capo politico del Carroccio, nel filmato, dice di puzzare: “Sono qui in una diretta su Fb fatta al volo…Puzzo. Sì, puzzo. Ecco, se andassi in qualche salotto radical chic mi direbbero ‘Salvini, puzzi’. E ci credo: stai tu due ore e mezzo a quella gentaglia…”.

Bene, chi ha voluto attaccare Salvini si è inventato la storia che l’ex ministro dell’Interno si riferisse alla gente di Mondragone come responsabile della cosa. E invece, semplicemente, il numero uno della Lega ce l’ha con chi lo ha contestato impedendogli di poter incontrare alcuni abitanti del luogo e anche con i radical chic che lo attaccano sempre e comunque per partiti preso, e che appunto avrebbero da ridire anche su un suo eventuale sudore.

La narrazione di chi ha creata ad hoc la fake news, però, è stata ovviamente ben diversa, visto che si è voluto far passare il messaggio che Salvini ce l’avesse con i cittadini di Mondragone e con i campani. (GUARDA IL VIDEO)

Nel video integrale, queste le parole di Salvini: “Io non mi arrendo, però…questa è la camicia, non mi sono ancora cambiato e adesso ho una trasmissione televisiva, ho chiesto di poter fare una doccia. Questo è il lancio di oggetti, con i bimbi sulle transenne, con i poliziotti sudati, che vogliono lavorare per andare a inseguire gli spacciatori, i mafiosi, i camorristi, i delinquenti e non tenere a bada quattro delinquenti, che probabilmente vogliono che nulla cambi…”.

“Sono curioso di vedere i telegiornali, di leggere domani i giornali: secondo voi, se avessero interrotto sta sera un qualunque politico del centrosinistra o del Movimento 5 Stelle, non ci sarebbero stati speciali ed edizioni straordinarie?”, ha aggiunto Salvini, che ha poi continuato: “Pietre, bottiglie, uova, bastoni, sputi, insulti, minacce…a due metri, da donne, bambini, ragazzini…spaventati. Siete dei vigliacchi, codardi e teppisti. Nessuno mi toglie l’idea che ci sia la malavita a pagare queste persone…”.

Infine, la frase che è stata manipolata: “Puzzo? Sì, puzzo. Se andassi in qualche salotto radical chic mi direbbero che puzzo. E ci credo: stai tu due ore e mezzo a quella gentaglia. La cosa che mi innervosisce è che non ho potuto parlare con quelle mamme per tutto il tempo che avrei voluto. La violenza non dovrebbe esistere”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte