SANTARCANGELO DI ROMAGNA. Giovedì 8 ottobre in biblioteca “Storia sociale della bicicletta” di Stefano Pivato

 

 

Dopo il successo dell’incontro di ieri sera (lunedì 5 ottobre) con Gigi Riva e il Presidente della Regione Stefano Bonaccini, proseguono gli appuntamenti della biblioteca con una serata dedicata alla “Storia sociale della bicicletta” in programma alle ore 21 di giovedì 8 ottobre.

Ha registrato il tutto esaurito, infatti, la presentazione del nuovo libro di Gigi Riva “Non dire addio ai sogni” che si è tenuta ieri sera al Supercinema. Un dialogo tra l’editorialista dell’espresso e il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ha portato alla luce l’aspetto più sociale e attuale del calcio: quello, cioè, legato all’emigrazione dai paesi poveri, al desiderio di riscatto e di emancipazione e al sogno di un nuovo futuro per i propri genitori e figli.

La bicicletta, la sua storia, il suo impatto sulle abitudini e gli stili di vita sarà invece al centro dell’incontro in programma giovedì 8 ottobre in biblioteca. Alle ore 21, infatti, Stefano Pivato presenterà “Storia sociale della bicicletta”, il suo ultimo libro – edito da Il Mulino (2019) – in dialogo con Manuel Spadazzi (giornalista) e Valerio Benelli (presidente Federazione Italiana Amici Bicicletta – Rimini).

Nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19, per partecipare agli eventi è necessario prenotare telefonando al numero 0541/356.299, inviando un messaggio al 366/6797354 o una mail a biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it.

Storia sociale della bicicletta – Si tratta del racconto dei primi 150 anni di vita della bicicletta, che in gran parte ricalcano fedelmente le vicende del Novecento: dalle due guerre mondiali alla Resistenza, dalla ricostruzione post bellica ai trionfi di Coppi e Bartali, fino alle nuove spinte ambientaliste che la rendono mezzo privilegiato per la mobilità sostenibile.

Stefano Pivato è ordinario di storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Nella stessa Università ha ricoperto la carica di Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, dal 2000 al 2008, e quella di coordinatore del Dottorato di ricerca in Storia dei partiti e dei movimenti politici (Università di Urbino, Siena, Teramo, Roma), dal 2001 al 2009. Nel 2006 è stato delegato del Rettore per le celebrazioni del quinto centenario di fondazione dell’ateneo. Dal 2009 al 2014 ha ricoperto la carica di Rettore. Dal 1989 al 1992 ha insegnato, in qualità di professore associato, nell’Università di Trieste e, durante l’anno accademico 1992-93, è stato visiting professor presso l’Università della Sorbona (Paris V). Fra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta ha collaborato ai progetti di ricerca dell’Istituto Universitario Europeo (Firenze) e dell’Università di Lyon. Ha fatto parte dei comitati scientifici delle seguenti riviste: «Italia contemporanea», «Storia e problemi contemporanei», «Memoria e ricerca». Ha collaborato e collabora alle principali riviste storiche italiane. I suoi interessi di studioso si sono concentrati, negli anni, sul rapporto fra società politica e società civile nell’Italia dell’Ottocento e del Novecento. Sull’argomento è autore di vari libri e saggi tradotti anche all’estero.

Lascia un commento