Settimana mercati: onda lunga Covid, parla la Fed

La settimana di transizione tra giugno e luglio vede ancora tensioni sui mercati finanziari internazionali, alle prese con il colpo di coda dell’emergenza coronavirus in Asia, negli Usa e localmente in Europa.
    L’appuntamento principale è la diffusione dei verbali dell’ultima riunione della Fed sui tassi mercoledì 1 luglio.
    Si parte lunedì 29 giugno con le vendite al dettaglio in Giappone in maggio, previste in calo di oltre l’11%, per proseguire con dati inglesi su credito al consumo, massa monetaria mensile e mutui. Da Hong Kong sono in arrivo le esportazioni e il saldo della bilancia commerciale, mentre dall’Ue gli indicatori sugli affari e sui consumatori, sullo stato di salute delle imprese e sulla fiducia dei consumatori, insieme alla fiducia economica dei servizi e dell’industria e ai prezzi al consumo in Germania. Dagli Usa invece sono attese le vendite di abitazioni in maggio e l’indice manifatturiero della Fed di Dallas.
    Martedì 30 giugno è la volta della fiducia dei consumatori e de Pil del Regno Unito e, dal Giappone, dell’occupazione e della produzione industriale. Dalla Cina giungono gli indici dei manager dei diversi settori. Dalla Germania sono in programma i prezzi alle importazioni, al dettaglio e all’ingrosso, a cui si aggiungono da Francia, Italia e Ue i consumi, i prezzi al consumo e alla produzione. Segue dagli Usa il Redbook sulle vendite nella grande distribuzione, la fiducia dei direttori acquisti di Chicago, la fiducia dei consumatori, gli utili del terziario a Dallas e in Texas e le scorte settimanali di greggio.
    Mercoledì 1 luglio mercati chiusi per festività a Hong Kong e in Canada, investimenti di grandi e piccole imprese in Giappone e prezzi delle case nel Regno Unito. Vendite al dettaglio in maggio In Germania e fiducia dei manager del settore manifatturiero in Italia, seguita dall’analogo dato francese, tedesco e dell’Ue. Tasso di disoccupazione in Germania e negli Usa, insieme agli ordinativi e alla fiducia dei manager nel settore manifatturiero, per concludere con i verbali dell’ultimo comitato federale della Fed (Fomc) sui tassi.
    Giovedì 2 luglio vendite di auto e richieste di sussidi negli Usa, disoccupazione italiana e prezzi alla produzione e tasso di disoccupazione nell’Ue. Dagli Usa arrivano anche il saldo della bilancia commerciale e gli ordinativi nelle fabbriche.
    Giorno di festa negli Usa venerdì 3 luglio, vigilia dell’Indipendenza, in Europa attesa la fiducia dei manager in Italia, Francia, Germania, nell’Ue e in Gran Bretagna.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte