Sondaggio: due punti tra Lega e Pd. Male Italia Viva e Azione

Se si andasse al voto oggi, o domani, con l’attuale legge elettorale, ne uscirebbe un panorama politico assai complicato. Dai sondaggi realizzati negli ultimi mesi e nelle ultime settimane dai principali istituti demoscopici italiani emerge appunto un quadro complesso nel quale un’eventuale coalizione del centrodestra a quattro – fatta da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Cambiamo! – è maggioranza e vicina anche a intercettare il 50% delle preferenze. Ciò detto lo scenario è intricato, come peraltro fotografato dall’ultimo sondaggio di Ixè, che rileva al 39,3% la percentuale di indecisione e di astensione.

L’istituto demoscopico ha sondato quelli che sono gli orientamenti di voto della popolazione italiane per Cartabianca, la trasmissione condotta da Bianca Berlinguer su Rai Tre, e i risultati sono i seguenti. Iniziando dalla testa della “classifica”, la Lega di Matteo Salvini rimane la formazione più votata: venendo ai numeri, il Carroccio è rilevato dal 23,9% dei favori, peraltro in crescita di un decimo di punto rispetto a due settimane fa.

Dunque, il Partito Democratico. I dem di Nicola Zingaretti, secondo il sondaggio, cedono lo 0,2% e passano così dal 22,2% dei consensi al 22% tondo-tondo. Praticamente sette punti percentuali più sotto si colloca il Movimento 5 Stelle, che continua a pagare sia le liti con l’alleato di governo, sia le liti interne: i pentastellati perdono per strade due decimi di punto, calando dal 15,6% al 15,4% delle intenzioni di voto.

In discesa dello 0,2% anche Fratelli d’Italia, che però grazie al calo del M5s, riesce a mantenersi a contatto con i grillini: FdI viene rilevata dal sondaggio Ixè al 13,8%. Dopo Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi: Forza Italia, nonostante sia registrata in calo di tre decimi di punto, si conferma sopra al 7%, attestandosi al 7,2%.

Alle spalle degli azzurri non troviamo né Italia Viva né Azione, bensì Più Europa, il partito “radicale” ed europeista (nomen omen) di Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino: +Europa è al 3,1% delle preferenze (+0,4% sul sondaggio di quindici giorni fa)

Al 3% spaccato La Sinistra, in positivo di sei decimi di punto rispetto al precedente sondaggio. Delude ancora e molto Italia Viva: la realtà politica di Matteo Renzi, infatti, non andrebbe oltre al 2,6% alle prossime Politiche.

Sotto al 2% Europa Verde e Azione: il partito di Carlo Calenda viene registrato a un risicatissimo 1,6%. Tutte le altre liste sommate pesano per il 5,5% dei voti.



Fonte originale: Leggi ora la fonte