Sondaggio, giallorossi fermi al 41,9% e centrodestra al 47,1%

Mentre lo scenario politico italiano è scosso dal caso giudiziario che ha interessato Silvio Berlusconi, e continua a essere caratterizzato dai mai sopiti dissidi tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico, le intenzioni di voto degli italiani si vanno consolidando, come rilevato dall’ultimo sondaggio realizzato da Euromedia Research.

L’istituto demoscopico di Alessandra Ghisleri, infatti, è tornato a sondare gli orientamenti della popolazione in ottica delle elezioni politiche. La tornata elettorale nazionale, salvo voto anticipato, si terrà solamente nel 2023, ma a settembre è fissato l’importante appuntamento con le amministrative e le Regioncali.

Analizzando i dati del sondaggio, la formazione politica che gode del maggior consenso è ancora la Lega: il Carroccio di Matteo Salvini, infatti, intercetta il 25,5% delle preferenze, mantenendosi a oltre cinque punti di distanza dal Partito Democratico.

Il piddì di Nicola Zingaretti, pur venendo rilevato sopra alla soglia psicologia del 20%, non va oltre al 20,2%; un risultato che non può certo soddisfare in toto la compagine dem.

Stabili al 16% i pentastellati e anche questo è un risultato negativo per il Movimento 5 Stelle. In primis perché è sostanzialmente la metà di quanto raccolto dai grillini alle Politiche del 4 marzo 2018, in secundis perché è ancora meno del 17% delle Europee del maggio 2019.

Rimanendo nell’area di governo, Italia Viva di Matteo Renzi continua a non convincere l’elettorato: il sondaggio registra Iv al 3,4%, peraltro dietro alle spalle di Azione di Carlo Calenda. Il partito dell’ex titolare del Mise, che non fa parte della maggioranza, viene fotografata al 3,5% delle intenzioni di voto.

L’ex Leu, ora Sinistra Italiana e Articolo Uno, mette insieme il 2,3% dei favori, rutto dell’1,6% di SI e dello 0,1% di Articolo 1. Sommando i volumi dei partiti attualmente al governo del Paese, i giallorossi non vanno oltre al 41,9%, mentre il totale dell’area di centrodestra è al 47,1%.

Oltre al 25,5% della Lega vi è infatti l’ottimo 13,6% di Fratelli d’Italia di Giorgi Meloni, ai quali si somma il 7,3% di Forza Italia: gli azzurri di Silvio Berlusconi, peraltro, sono in crescita. Infine, per quanto concerne la coalizione di centrodestra, è sotto all’1% – per l’esattezza allo 0,7% – Cambiamo! di Giovanni Toti.

Il sondaggio dunque prende in oggetto +Europa e la Federazione dei Verdi (Europa Verde), rispettivamente all’1,6 e all’1,2%. Tutte le altre formazioni politiche messe insieme intercettano il 4,7% dei voti.

Ultimo ma non per importanza il dato del sondaggio relativo alla percentuale di indecisi e di astensione: purtroppo è assai alta e tocca il 39,2%.



Fonte originale: Leggi ora la fonte