Usa: due agenti feriti durante protesta a Louisville

    Spari contro due poliziotti a Louisville, in Kentucky, durante una manifestazione per Breonna Taylor, l’afroamericana uccisa dalla polizia lo scorso marzo.
    Il gran giurì non ha incriminato due dei tre agenti che hanno fatto irruzione nella casa di Taylor in piena notte. Un terzo agente è stato incriminato non per la morte dell’afroamericana ma per condotta negligente, avendo sparato nella direzione di una casa nelle vicinanze mettendo a rischio la vita di altre persone.
     I due agenti non sono in condizioni critiche, ha reso noto la polizia di Louisville, sottolineando che uno è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Una persona sospettata di aver aperto il fuoco è stata fermata.
    “Sono consapevole che la decisione” del gran giurì per molti non è una risposta alla morte di Breonna Taylor: “So che molta gente è frustrata e ha il diritto di manifestare pacificamente, ma la violenza non è mai accettabile”. Lo ha detto l’ex vicepresidente Joe Biden commentando la morte della ragazza afroamericana uccisa dalla polizia.


Fonte originale: Leggi ora la fonte